Il corriere degli squali

 

Pareggio, in vacanza con un punto nel sacco.

Che peccato…. Per un’ora in superiorità numerica.

 

L’ultima partita prima delle feste si chiude con un pareggio acciuffato allo scadere dopo aver sprecato di tutto e di più.

La formazione che si contrappone alla Sanverese vede il rientro di Floris tra i pali, difesa con Ferro, Enna s., Corona e Denti, centrocampo con Desogus e Pippia centrali, laterali alti e offensivi Enna g.a sinistra e il rientrante Zuddas a destra, attaccanti Piddo e Nea.

La partita inizia con qualche minuto di ritardo e la Sanverese appare convinta dei propri mezzi, ma la bonarcadese dopo qualche minuto di studio inizia ad imporre il proprio gioco, i primi venti minuti sono duri per il Sanvero, costruiamo parecchie palle gol andando vicini al vantaggio in più di un’occasione.

La nostra pressione diminuisce con lo scorrere dei minuti e il Sanvero si riaffaccia dalle parti del nostro portiere, ci salva Floris con un intervento decisivo alla mezz’ora.

A questo punto la bonarcadese cerca di agire in contropiede.

Episodio importante al trentacinquesimo quando un nostro avversario dopo aver commesso un fallo si fa trascinare dal nervoso, manca di rispetto all’arbitro, quest’ultimo non gradisce e mostra il rosso, Sanvero in dieci.

Fino al termine della frazione niente d’emozionante.

Il secondo tempo inizia con la sostituzione di Desogus, al suo posto Roselli, lo schieramento non cambia molto. La Sanverese inizia forte, preme per portarsi in vantaggio, l’inferiorità numerica non grava ai nostri avversari.

Secondo episodio della gara, siamo al decimo, l’arbitro s’inventa un calcio di rigore a favore dei nostri avversari il centravanti avversario non sbaglia, 0 a 1.

La bonarcadese è una formazione giovanissima dovrebbe essere compatta, i reparti si dovrebbero dare una mano e stringersi velocemente, invece siamo sempre troppo lunghi e in mezzo al campo c’è sempre un buco.

I nostri avversari più ordinati di noi ci schiacciano e provano a chiudere il match.

E’ un provvidenziale intervento di Floris, con un riflesso felino riesce a respingere col piede un tiro insidioso per giunta deviato da un nostro difensore.

Altro cambio dentro Skizzo fuori Pippia acciaccato.

Iniziano a calare le energie dei nostri avversari, ormai da parecchio in dieci e forse più propensi a controllare il vantaggio.

A dieci dal termine il mister si gioca l’ultima carta, tra le contestazioni del pubblico rileva un ottimo Piddo per Enna A.

Il mister si salva in calcio d’angolo, no….. di punizione.

Mancano cinque minuti al termine, dai piedi del nuovo entrato parte una punizione imprendibile, 1 a 1 e palla al centro. Il pubblico s’infiamma a questo punto vuole la vittoria, purtroppo e troppo tardi, gli ultimi minuti non concedono niente degno di nota, triplice fischio e parità finale.

La gara si chiude con un punto sotto l’albero, poteva andare meglio ma anche peggio, sicuramente i rimpianti non vengono da questa partita ma dai vari punti persi nelle precedenti.

Si muove una classifica che sembrava un macigno, ferma fissa sui 6 punti da troppo tempo, ora si riprenderà con un calendario più agevole.

Da sottolineare ancora una volta l’età della nostra squadra formata tutta da giovani e con margini di crescita enormi.

Probabilmente e l’ultima partita dell’anno in casa, a breve il campo sarà rinnovato e la bonarcadese giocherà a Milis le sue partite casalinghe.

Incredibile l’impegno della società a trasformare un campo da rinnovare in un impianto bello e ordinato, uno dei migliori visti in giro per le trasferte di terza categoria, bravi.

Ora la sosta, la società bonarcadese ringrazia per la partecipazione e augura buone feste a tutti.

 

BONARCADESE CALCIO

Rubrica di Enos Accareddu